mercoledì 7 marzo 2007

BookRece: Hannibal Lecter - Le origini del male

Deludente. Molto, molto deludente. E' un libro scritto per tener fede ad un contratto, e si sente. Mi ha lasciato lo stesso amaro in bocca che a suo tempo mi lasciò Il mondo perduto di Crichton: il mancato rispetto della storia così come era stata raccontata. (Ian Malcom muore in Jurassic Park, dannazione!)
E poi: è proprio necessario indagare sull'origine del male (a parte i motivi economici, ovviamente)? Un personaggio come Hannibal Lecter deve davvero essere spiegato? Non è più affascinante e inquietante non sapere perchè è diventato quello che è diventato?
Infine: i dialoghi. Non so quanto sia colpa di Harris e quanto dei traduttori, ma alcuni scambi di battute tra i personaggi sembrano presi dai bigliettini dei Baci Perugina o da un manuale di retorica barocca. Peccato.

Nessun commento:

Posta un commento