domenica 1 aprile 2007

I migliori doppiatori del mondo

Si dice spesso che in Italia ci siano i migliori doppiatori del mondo. In generale sono d'accordo: non ho elementi di confronto con gli altri paesi, ma ci sono alcuni nomi che davvero non si possono mettere in discussione. Dal grandissimo Ferruccio Amendola, al gladiatore Luca Ward, dalla dinastia degli Izzo (anche se metterei senza ripensamenti alla gogna Giuppy) a Pino Insegno (che è riuscito nella notevolissima impresa di rendere egualmente credibili Aragorn nella trilogia del Signore degli Anelli e Jacobin Mugatu in Zoolander, e chi ha visto entrambi i film sa di cosa sto parlando), i talenti in questo campo non mancano.
E allora perchè, in nome di Dio, si permette a gente come Ilaria D'Amico anche solo di avvicinarsi ad uno studio di doppiaggio? Ma qualcuno ha ascoltato, prima di far uscire il film nelle sale, lo scempio che ha compiuto nel ruolo di Saphira in Eragon? A qualcuno è venuto il dubbio che, visto che nella versione originale la dragonessa è stata interpretata da un'attrice che ha vinto un Oscar, forse una conduttrice di trasmissioni sportive e reality show non era la scelta più adatta?

(Lo so, arrivo in ritardo, il film è uscito al cinema nel dicembre del 2006. Al cinema però non ero riuscito a vederlo e l'ho recuperato solo questo fine settimana in Dvd; non l'ho nemmeno visto tutto: mi sono addormentato. Quello che ho visto mi è bastato per avere due certezze: la prima, il film è una mezza cazzata, ed è un peccato, visto il cast; la seconda, il doppiaggio di Ilaria D'Amico è probabilmente il peggiore che abbia mai sentito al di fuori di un film porno.)

Nessun commento:

Posta un commento