venerdì 4 maggio 2007

Sempre peggio

Proprio quando si pensa che ormai ogni picco di incompetenza, stupidità e superficialità sia stato raggiunto e scalato, ecco che bisogna ricredersi e spostare un po' più in alto il limite.
Due vicende che lo dimostrano in pieno:
La prima è un impasto di ignoranza tecnica e arroganza: si è tentato di impedire la diffusione di un numero, giustificando l'assurdità con il fatto che quel numero potrebbe permettere di decodificare il contenuto protetto dei nuovi HD-DVD, e scatenando le proteste e la creatività della comunità Internet.
Ma è possibile che non ci si renda ancora conto che su Internet la pretesa di censurare qualunque cosa, ma in particolare qualcosa di facilmente riproducibile come una sequenza esadecimale di 32 caratteri è totalmente priva di senso? (In questo momento, inserendola come chiave di ricerca in Google si ottengono più di un milione di risultati)
La seconda è una spia preoccupante della paranoia sempre più diffusa negli US of A, in particolare dopo il massacro alla Virginia Tech: un ragazzo è stato accusato di terrorismo e rischia l'espulsione dalla sua scuola per aver realizzato un livello per Counter-Strike che riproduce i corridoi dell'istituto.
Non mi piace l'antiamericanismo da un tanto al chilo, ma effettivamente una società che mette sotto accusa un ragazzo che manipola qualche pixel, e contemporaneamente permette ad un altro, psicologicamente instabile, di comprare legalmente una pistola, forse qualche problemino di priorità cell'ha davvero...

Nessun commento:

Posta un commento