giovedì 1 maggio 2008

FilmRece: Iron Man

Devo ammetterlo: non sono mai stato un fan del fumetto da cui è tratto questo film. Fino a quando non ho visto per la prima volta il trailer qualche mese fa e non sono andato a cercarmi qualche (piccola) informazione di background, non avevo nemmeno idea di chi fosse Tony Stark. Però mi era capitato da piccolo di scovare in giro per casa qualche numero di Iron Man (probabilmente comprato da mio zio), e mi ero immediatamente innamorato dell'armatura del protagonista, che ritengo il miglior costume in assoluto mai disegnato per un fumetto.
Nonostante questo, non vedevo l'ora di gustarmi questo film (al punto di andarlo a vedere nel giorno dell'uscita, privilegio finora riservato solo a 300 e a pochi altri titoli), e ne sono rimasto parecchio soddisfatto.
Non è il miglior superhero origin movie (titolo che al momento appartiene incontestabilmente a Batman Begins), ma se la gioca per il podio con X-Men e Spider-Man, e non è poco.
Lo pseudo-sconosciuto regista Jon Favreau (ma almeno uno dei dodici lettori di questo blog lo ricorderà come il Dr. Gus Partenza in Deep Impact) sceglie di raccontare la storia del multimiliardario-geniale-donnaiolo-e-superficiale-che-diventa-supereroe-dopo-una-crisi-di-coscienza in bilico tra l'azione e lo humor, e riesce perfettamente nel suo intento, realizzando un film spettacolare, estremamente ben costruito, e godibilissimo anche da chi non ha mai letto una pagina del fumetto.
Intendiamoci: Iron Man è (e non vuole essere più di) un film tratto da un fumetto, quindi chi al cinema cerca profonde rivelazioni sul senso della vita, l'universo e tutto quanto farebbe meglio a scegliere altri titoli; chi invece cerca una bella storia, personaggi interessanti, uno dei migliori character design di sempre (nei fumetti E nel cinema) e la giusta dose di esplosioni, non rimarrà deluso.
Un'avvertenza: non uscite dal cinema prima della fine dei titoli di coda, o vi perdereste Samuel L. Jackson in uno dei migliori camei dai tempi di Sean Connery in Robin Hood principe dei ladri.

PS Ho visto il film in digitale nella sala Energia dell'Arcadia (a mio modesto parere, il miglior cinema d'Italia), ed è stato preceduto da un bellissimo trailer della THX che non avevo mai visto, Amazing Life. Sembra una frase fatta, ma è valsa la pena di andare al cinema quasi (quasi) anche solo per quello.

PS2 So che spesso rivedere i propri miti d'infanzia modernizzati e ripuliti è una delusione enorme, ma dopo aver visto Transformers e questo Iron Man, mi è venuta una gran voglia di vedere un film in live action basato su Goldrake. Qualcuno ci sta già provando, sebbene in scala ridotta, e chissà che, se Speed Racer avrà successo, a qualche casa di produzione non venga in mente di investirci dei soldi...

La pagina IMDb di Iron Man
Iron Man su RT

1 commento:

  1. Troppo d'accordo. L'ho visto stasera ed e' meraviglioso. E poi w anche Transformers. All hail Megatron!

    RispondiElimina