lunedì 21 luglio 2008

One small step for (a) man

Credo di averlo già accennato da qualche parte qui sul blog: uno dei motivi principali per cui mi dispiace non essere nato una diecina di anni prima è l'essermi perso la Space Race e lo sbarco dell'uomo sulla Luna. Sono profondamente convinto che l'essere riusciti a portare lassù e riportare sani e salvi sul nostro pianeta gli equipaggi del Programma Apollo sia, molto semplicemente, la più grande conquista scientifica e tecnologica dell'umanità.
Esattamente 39 anni fa Neil Armstrong faceva quello small step entrato - a ragione - nella Storia (l'impronta nella foto di là però è di Buzz Aldrin, come praticamente tutte le foto sulla superficie lunare di Apollo 11).
Come mi capita spesso, mi unisco alla segnalazione di Paolo Attivissimo dello stupendo Apollo Archive, e alla sua raccomandazione: non visitate il sito se avete qualcosa di importante da fare.

Nessun commento:

Posta un commento