giovedì 17 settembre 2015

L'inaspettata fama dei secondi arrivati

Tutti, spero, sanno chi era Neil Armstrong. Moltissimi, spero, sanno chi era Edmund Hillary. Molti meno, temo, sanno chi è Buzz Aldrin e ancora meno, sono quasi certo, sanno chi era Tenzing Norgay; questo nonostante le imprese dei primi non sarebbero state possibili senza i secondi*. Aldrin e Tenzing sono però sicuramente più visti delle loro controparti: entrambi sono infatti i protagonisti - anche se a volto coperto - delle immagini più iconiche delle rispettive imprese. Curiosi parallelismi: entrambe le fotografie sono state scattate dai loro compagni e non esistono immagini nè di Armstrong sulla superficie della Luna nè di Hillary sulla cima dell'Everest**.

I miei dodici lettori, a questo punto, potrebbero legittimamente prorompere in un sonoro "Esticazzi?", e non avrebbero torto. Semplicemente ho appena finito di leggere l'ottimo Into Thin Air di Jon Krakauer, in preparazione della visione di Everest la settimana prossima, mi è capitata sotto gli occhi, dopo anni che non la vedevo, la fotografia di Tenzing e mi è venuto spontaneo il confronto con quella di Aldrin. A volte non serve una ragione particolarmente profonda per avere voglia di scrivere qualche riga.

*E, nel caso del primo allunaggio, senza Michael Collins e le migliaia di persone che lavorarono al Programma Apollo. E sì, i lunacomplottisti possono allegramente soocare.
** Più precisamente, non esistono immagini *decenti* di Armstrong sulla superficie della Luna.

Nessun commento:

Posta un commento