lunedì 6 giugno 2016

De Theoriae Coniurationis atque Pseudoscientiae

Forse stavolta ce la faccio. A scrivere il tanto pubblicizzato post sul complottismo che ho anticipato ormai da mesi, intendo. Inizio proponendo un analogo della Rule 34, che mi è venuto in mente a marzo dell'anno scorso* che potrei chiamare Rule 911: If it exists, there is a conspiracy theory about it. I grandi classici del cospirazionismo (scie chimiche, falsi allunaggi, attentati dell'11 settembre, signoraggio bancario, Big Pharma/vaccini/autismo) vanno sempre forte, ma non c'è evento di una certa rilevanza che non venga interpretato come espressione di qualche misteriosa macchinazione: dagli attentati di Charlie Hebdo alla morte del giudice della Corte Suprema USA Scalia, dalla scomparsa del volo MH370 alle recenti stragi di Parigi e di Bruxelles. In occasione dell'incidente al volo Germanwings avevo iniziato un post, mai terminato:

[vecchio post]
L'incidente dell'A320 Germanwings mi ha aperto gli occhi: ormai niente è più immune dalle squinternate teorie degli autoproclamatisi "ricercatori indipendenti", quelli che prima dell'avvento della Rete sarebbero stati chiamati "pazzoidi" e ora sono noti come "teorici della cospirazione". I corpi delle vittime del volo 9525 non sono ancora stati recuperati - e dalle prime notizie, ben poco si potrà recuperare - e già i Marcianò della situazione ci hanno fatto sapere che la "versione ufficiale" è "completamente falsa", che la scatola nera mostrata è "un pezzo recuperato da qualche magazzino", che l'aereo stava volando a quote più basse di quelle dichiarate perchè impegnato in "compiti di "geoingegneria clandestina"**.
[fine vecchio post]

Ottimo frammento anche per introdurre un'altra caratteristica comune a tutte le teorie di complotto: il Leap of Faith che viene chiesto al pubblico. Prove a sostegno delle affermazioni fatte? Nessuna. Competenze in una qualunque disciplina vagamente connessa con la dinamica di un incidente aereo? Nessuna. Indagini condotte di persona sul luogo dello schianto? Nessuna. Eppure il "ricercatore indipendente" ci chiede accettare le sue conclusioni, e rifiutare quelle delle centinaia di persone che hanno contribuito alla spiegazione della vicenda.

Perchè? Ecco un'altra caratteristica delle teorie del complotto: ovviamente perchè le forze di polizia, gli investigatori degli enti per la sicurezza aerea, i periti delle assicurazioni, i tecnici addetti all'analisi dei dati delle scatole nere, i medici legali, i dirigenti della compagnia aerea, i giornalisti che hanno raccontato la vicenda... sono tutti quanti servi del Sistema™ e quindi inaffidabili. Tutto è collegato, tutto è parte di un oscuro piano che i potenti della Terra vogliono tenere nascosto. Per fortuna ci sono Loro: i Marcianò, i Giulietto Chiesa, i Salvo Mandarà, i Tommix, i Red Ronnie, a rivelarci la verità che noi pecore cieche e asservite ai media non riusciamo a vedere.
Se si va ad indagare il curriculum di questi "ricercatori indipendenti", come già accennato sopra, emerge un'altra caratteristica fondante del complottismo, forse LA caratteristica fondante: l'assoluta incompetenza negli argomenti che i cospirazionisti pretendono di rivelare alle masse. Geometri che sdottoreggiano di meteorologia e aeronautica, corrispondenti e registi che pontificano di ingegneria civile, ingegneri che si ergono a esperti di economia: sembra quasi vietato che un complottista parli di cose che conosce. L'esempio più clamoroso, e anche il più recente, è stato l'intervento di Red Ronnie alla trasmissione Virus su Rai 2, in cui, dall'alto della sua comprovata e indiscutibile esperienza in campo musicale, il DJ emiliano ci ha resi edotti della sua posizione sui vaccini e l'autismo. I miei dodici lettori si staranno chiedendo: a che titolo un esperto di musica parla di immunologia ed epidemiologia? Appunto.
Questa incompetenza spesso sfocia nel disprezzo della competenza altrui, ed è l'aspetto che mi fa più paura del cospirazionismo, specialmente in campo medico. Perchè d'accordo, chi nega gli sbarchi sulla Luna mi infastidisce e rivela una preoccupante impermeabilità alla realtà dei fatti, ma tutto sommato è innocuo***. Ma chi sostiene che i vaccini provocano l'autismo, e sfruttando la sua fama mediatica convince persone dubbiose e, va detto, ignoranti, a non vaccinare i propri figli, crea dei danni gravi, reali e verificabili.
Il fatto che poi chi crede ad una teoria del complotto tende a credere a tutte****, rende ancora più necessario cercare di contrastare, quando si può e come si può, la diffusione di queste stupidaggini.

Un'ultima annotazione prima di chiudere. Questo post mi è costato ore di ricerche, verifiche, confronti, e a qualcuno dei miei dodici lettori può essere venuto un dubbio più che legittimo: ma chi te lo fa fare? A differenza di molti complottisti non vendo libri, Dvd o accumulatori orgonici; in più so già che un mio post, nella migliore delle ipotesi, verrà visto da qualche centinaio di persone, almeno un ordine di grandezza in meno del più sgangherato video complottista. Allora perchè? In primo luogo perchè sono convinto che i complottisti di ogni risma abbiano un effetto negativo sulla società, e nonostante la mia misantropia cosmica della società faccio parte anch'io, quindi contribuire con quel poco che posso a smentire le loro idiozie mi sembra la cosa giusta da fare. E poi perchè a volte succedono cose come questa: qualche mese fa un collega è diventato papà di una bellissima bambina, e tra una chiacchera e l'altra davanti alla macchina del caffè è venuto fuori che aveva qualche perplessità sui vaccini, perchè aveva letto in giro che potevano esserci dei rischi. Essendo una persona normale, non ossessionata come me da certi temi, e quindi meno informata, si chiedeva se poteva esserci qualcosa di vero nelle affermazioni allarmistiche degli antivaccinisti. Essendo una persona intelligente, è bastato segnarargli qualche fonte affidabile perchè si rendesse conto che il dibattito antivaccinista non ha ragione di esistere: a favore di una tesi ci sono decine di studi e il consenso pressochè dell'intera comunità scientifica, a favore dell'altra fuffa, malafede e Red Ronnie. La bambina è stata vaccinata regolarmente e sta una favola. Non voglio prendermi certo il merito della decisione, ma forse un piccolo contributo l'ho dato, e se post come questo possono avere lo stesso effetto su qualcuno che è dubbioso o è perplesso dalla tanta fuffa che si legge sull'Interwebs, ne vale la pena.

Ultimissima cosa. Qualcuno dei miei dodici lettori forse si sta chiedendo: d'accordo, ma perchè la foto con i Minion? Perchè, che ci crediate o no, ci sono degli squinternati che sono riusciti a vedere perfino loro come simboli massonici, satanici e/o nazisti. Qui l'articolo (in inglese). I rest my case.

* L'ho detto che su questo post ci sto rimuginando da mesi.

** L'ultima frase citata, in particolare, è un capolavoro di meta-complottismo: non solo si ipotizza un complotto dietro l'incidente (l'aereo non è caduto per il suicidio del copilota, ma è stato abbattuto), ma lo si giustifica con un altro complotto (l'aereo è stato abbattuto perchè stava spargendo scie chimiche).
*** A meno che non abbia posizioni di potere, come ad esempio quella di Parlamentare, ma non esistono dei Parlamentari tanto ottusi da credere alle baggianate complottiste, vero? Sigh.
**** È di un paio di giorni fa un tweet di Ronnie il Rosso sulle scie chimiche, ma gli esempi sono innumerevoli.

Nessun commento:

Posta un commento