martedì 30 maggio 2017

Damned if you do, damned if you don't.

Mi sto convincendo che il modo migliore di debunkare* un complottista sia di citarlo verbatim. Prima o poi sparerà una cazzata talmente enorme che qualunque persona dotata di un minimo di buon senso si renderà conto dell'inconsistenza, dell'assurdità, quando non della palese manipolazione dei fatti del controinformatore di turno.
Un ottimo esempio mi viene offerto da un video recentemente pubblicato dal solito, incomparabile Salvo Mandarà, in cui tale Angelo Terra, gestore del sito Italian Hoax Watch**, sostiene che, ovviamente, anche l'attentato di Manchester è un falso, che è stato organizzato dal Mossad, che le vittime non esistono... la solita fuffa che ormai certi soggetti diffondono dopo qualunque attentato. ll video dura poco più di un'ora, ma qui voglio citare solo due passaggi.
Per apprezzare in pieno il primo bisogna ricordare che lo sciachimista in capo Rosario Marcianò, dopo l'attentato del Bataclan aveva sostenuto, tra un cambio di versione e l'altro, che Valeria Solesin non è mai esistita perchè non esiste il suo profilo Facebook***. La tesi di Terra, se possibile, è ancora più assurda. I profili Facebook delle vittime di Manchester esistono: questo vuol dire che anche le vittime esistono? Certo che no, vuol dire che i servizi segreti inglesi sono stati bravi a falsificarli. Giuro, non mi sto inventando niente.
Secondo passaggio: qui ricorro alle virgolette, e non aggiungo commenti, non ce n'è bisogno. Faccio solo notare che nemmeno Al Jazeera mette in dubbio la matrice dell'attentato.
 

"[...] dietro questo attentato ci sono anche giochi un po' esoterici, cabalistici [...] la cabala da un lato potrebbe essere semplicemente una rilettura rabbinica dei testi ebraici però da un altro lato potrebbe benissimo essere il legame tra il sionismo, la massoneria e il satanismo."
(A. Terra, 2017)

* Scusate l'orrido anglismo, ma ancora non esiste un'equivalente esatto in italiano. Smascherare? Rivelare? Demistificare? Sputtanare?
** Che a dispetto del nome, a suo modo geniale, è un sito che diffonde a piene mani bufale e teorie del complotto, solitamente con un vago retrogusto antisemita.
*** Seguendo questa logica, tre mie colleghe di lavoro non esistono.

domenica 21 maggio 2017

Di obbligo vaccinale e di sbroccate epocali

Poco fa ho scritto su Feisbù: "Non ho ancora letto la nuova legge sui #vaccini, quindi non la posso giudicare nel dettaglio, ma ha almeno un merito incontestabile: ha fatto definitivamente sbroccare i complottisti antivax.
(Seguirà blog. Forse.)"

Ecco, tolgo il forse ed espando un po' i miei pensieri sulla questione.
Come detto, non ho letto il testo del provvedimento*, ma solo i riassunti più o meno esaustivi che ne hanno dato i media, quindi non posso darne un parere compiuto (anche perchè non ho le competenze legali per farlo). Però, appunto, ho seguito con un misto di curiosità e di incredulità le reazioni che il decreto ha suscitato negli ambienti complottisti in genere e antivax in particolare, che come i miei dodici lettori ormai ben sanno, è una sorta di mio perverso hobby. E la reazione collettiva si può descrivere in un solo modo: una clamorosa, solenne, epocale sbroccata.
Si passa dalle obiezioni che teoricamente, in linea di principio, pourparler, sarebbero anche condivisibili, ossia quelle che hanno a che fare con la libertà di cura, alle consuete accuse a chi ha elaborato il decreto di essere al soldo di Big Pharma, dalle minacce** di ritirare i propri figli da scuola o addirittura di espatriare, fino ad arrivare a chi vede nell'obbligo vaccinale l'accelerazione del Bieko E Oscuro Piano Ti Tominazione Ti MontoTM da parte dei soliti Poteri FortiTM Satanico-Massonici.
Ovviamente, a parte qualche incomprensibile eccezione, nessuno degli sbroccanti ha una sia pur vaga competenza in ambito immunologico, virologico o genericamente medico, ma si sa, lauree e specializzazioni sono Ka$ta, e l'Istinto di una MadreTM, l'esperienza di Zio Giuseppe o quello che scrive un perfetto sconosciuto su un blog valgono molto di più di anni di studi e di fatica.
Eppure questa vicenda mi fa essere moderatamente*** ottimista: il complottismo antivax sta uscendo dalle fogne dell'Interwebs, dove è accessibile solo ai fissati come me, e sta entrando nel mainstream. E così forse si arriverà ad una massa critica di persone che si renderà conto di quanto queste persone siano pericolose, e forse, forse anche al loro ostracismo sociale, che è sempre più efficace di qualunque legge.

* Che, tanto per cominciare e tanto per evidenziare che ho già scritto un'imprecisione, non è una legge ma un decreto legge.

** O promesse?
*** Solo moderatamente, la mia opinione dell'Italiano Quadratico Medio resta piuttosto bassa.

Nero e Cromo

Finalmente ho visto la Black & Chrome Edition di Mad Max Fury Road, film che, come i miei dodici lettori ricorderanno, mi era piaciuto parecchio.
Non so se sono d'accordo con il regista, che la considera la versione migliore del film (secondo me uno dei punti di forza dell'originale è proprio la sua fotografia ipersatura e surreale), ma è sicuramente molto interessante, e conferma che Fury Road è un film scritto, raccontato e girato in maniera incredibile.
Ora sono ancora più impaziente di vedere la versione in bianco e nero di Logan*, che per fortuna uscirà sul blu ray tra poco più di un mese.

* Su Logan, e su altri film visti in sala negli ultimi mesi, ho in preparazione un post, spero di riuscire a finirlo e pubblicarlo tra poco.